Un interessante studio di un gruppo di ricercatori della università di bari guidati dal prof. Antonio Moschetta, docente di Medicina Interna della facoltà medica barese.

Protagoniste dello studio sono proprio le varietà o “cultivar” pugliesi, dalla Coratina alla Peranzana. “La scoperta sorprendente – affermano i ricercatori – è che ogni cultivar di olio extravergine d’oliva è cosi specifica da percorrere strade individuali ‘accendendo’ geni precisi nel nostro organismo. In altre parole, ogni tipo di olio va considerato come un alimento diverso”.

Leggi la notizia su Ansa Puglia

L’abstract della pubblicazione

L’olio di Peranzana antitumorale: uno studio dell’Università di Bari

Un pensiero su “L’olio di Peranzana antitumorale: uno studio dell’Università di Bari

  • 31 luglio 2016 alle 9:47
    Permalink

    Lavoro scientifico fatto e coordinato da medici internisti universitari.
    Finalmente nella ricerca si dà il giusto spazio e quindi il giusto riconoscimento alle doti salutistiche
    dell’olio extra vergine di oliva. In tutto questo contesto entra ,con grande forza, l’olio pugliese quindi anche quello di PERANZANA.

Lascia un commento