Risultati immagini per olio di olivaI benefici del consumo di olio extravergine di oliva, componente principale dell’alimentazione del bacino mediterraneo (dieta mediterranea: cucina povera e nutrizione sana) sono stati riconosciuti e confermati da una serie di studi.

Gli effetti salutistici dell’olio extravergine di oliva

Il contenuto di acidi grassi monoinsaturi (principalmente l’acido oleico) elimina l’effetto dannoso di altri alimenti contenenti acidi grassi polinsaturi pericolosi per l’invecchiamento cellulare, i tumori, l’aterosclerosi e lemalattie infiammatorie.

Il contenuto molecole antiossidanti dell’olio extravergine di oliva contribuisce  a prevenire la formazione di radicali liberi negli stadi precoci, quindi proteggono la cellula dall’ossidazione (antinvecchiamento).

All’olio extravergine d’oliva è stata riconosciuta una particolare azione protettiva nelle patologie cardiovascolari, questo grazie alla presenza di acido oleico.

Nell’olio extravergine d’oliva c’è una sostanza battezzata come oleocantale che agirebbe proprio come i comuni antinfiammatori non steroidei, inibendo le ciclossigenasi(COX), un enzima infiammatorio.

Infine uno studio su individui di età compresa tra 70 e 90 anni che seguivano una dieta mediterranea ha dimostrato che si aveva una riduzione della mortalità per malattie cardiovascolari e tumori superiore al 50%.

Per approfondire:

Dieta mediterranea, olio di oliva e salute di Matteo Marolla

L’olio extravergine di oliva e la salute

L’OLIO DI OLIVA E LA SALUTE – COI Consiglio Oleicolo Internazionale pdf

L’OLIO DI OLIVA è UN FARMACO ANTIDIABETICO?

Una sostanza contenuta nell’olio di oliva,  lo squalene, è una  molecola chemiopreventiva e carrier nella nanomedicina anti-cancro

La dieta mediterranea a base di olio extravergine di oliva fa aumentare in 30 mesi i batteri positivi dell’intestino del 7%.

NEW La dieta mediterranea diminuisce i rischi da esposizione a inquinamento atmosferico di infarto e malattie cardiovascolari. Da uno studio negli Stati Uniti.

NEW Ricercatori statunitensi isolano una sostanza contenuta nell’olio di oliva capace di combattere le cellule staminali del cancro al seno.

Un interessante lavoro degli alunni del ISISS “Fiani-Leccisotti” di Torremaggiore sugli aspetti nutrizionali e salutistici dell’olio extravergine Peranzana

 COMPOSIZIONE CHIMICA dell’olio extravergine monocultivar Peranzana

L’olio extravergine di oliva è costituito per il 98/99% da trigliceridi di cui:

  • 73 % acido oleico
  • 9,7% acido linoleico (omega 6) superiore alla media
  • 0,8% acido linolenico (omega 3)
  • 1-2% componenti minori

L’acidità libera si aggira intorno a max 0,8%.

Le componenti minori sono sostanze responsabili delle proprietà organolettiche quali i profumi (fruttato), gli odori (mela, carciofo, mandorla, pinolo), i gusti tipici (amaro, piccante), le proprietà biologiche quali le capacità antiossidanti, conservanti e salutari.